Bibbia online

Bibbia online in altre lingue

I collegamenti (in blu) nella lingua scelta, indirizzano a un altro articolo nella stessa lingua. Quelle scritte in inglese ti indirizzano a un articolo in inglese. In questo caso, puoi anche scegliere tra tre altre lingue: spagnolo, portoghese e francese.

Shqiptar   Deutsch  English   العربية    հայերեն  Azərbaycan  беларускі  বাঙালি

Български  Myanmar  bosanski   Català  中国   한국의 

Hrvatski  Español  Dansk  Eesti  Suomalainen

Français  ქართული  ελληνικά  ייִדיש  עברי    

हिन्दी     Magyar   Indonesia  Icelandic  Italiano (sotto)

日本の   Jawa  Қазақ  ខ្មែរ  Kurd  ລາວ  Latvijas  Lietuvos

Монгол  Македонски   Malaysia  Moldovenesc   Crnogorski 

Nederlands  नेपाली  Norsk  ਪੰਜਾਬੀ 

فارسی    Polski  Português  Românesc 

Pусский  Cрпски  Slovenský  Slovenski 

Svenska  Tagalog  தமிழ்    český    ไทย     Türk  Yкраїнський  Tiếng việt

Some dialects spoken in Africa

LA CELEBRAZIONE DELLA COMMEMORAZIONE DELLA MORTE DI CRISTO

"E infatti Cristo, il nostro agnello pasquale, è stato"

(1 Corinzi 5: 7)

Quest'anno il Memorial of the Death of Christ avrà luogo il 5 aprile 2020 dopo il tramonto. Questa data rappresenta l'inizio del giorno del 14 Nisan del calendario biblico (The Reality of the Law). Il primo giorno di Nisan corrisponde alla luna nuova (per quest'anno il 23 marzo (dopo il tramonto) / 24 marzo 2020). Esso rappresenta la scomparsa totale di luna, nel ambivalenza sulla luna piena, secondo il Salmo 81:3: "Suonate il corno al tempo della luna nuova, al tempo della luna piena, per il giorno della nostra festa" (Lunisolar Year).

La luna nuova è la sua completa scomparsa (senza area apparente), che è l'opposto (in questo Salmo) l'aspetto della luna piena. Pertanto, data il criterio biblica per determinare la luna nuova, è stato scelto per determinare la data del ricordo della morte di Cristo. Il link del sito http://pgj.pagesperso-orange.fr/calendar.htm (in francese), è possibile controllare l'esatto calendario astronomico lunare (all'ora) (contrassegnato NL (per New Moon) ), per determinare il primo giorno del mese di Nisan (secondo il criterio biblico). Per l'anno 2020, il primo giorno di Nisan, sarà secondo il criterio astronomico lunare (vedi foto): 24 marzo 2020 alle 9:28 (UTC). Questo significa che il primo giorno di Nisan biblica inizia dopo il tramonto il 23 marzo 2020 per proseguire nella giornata del 24 marzo, fino al prossimo tramonto (vedi Genesi 1:5). La data della celebrazione della memoria della morte di Gesù Cristo, per l'anno 2020: il quattordicesimo giorno di Nisan inizia Domenica, 5 aprile 2020, dopo il tramonto (secondo i criteri biblici).

- La Pasqua è il modello dei requisiti divini per la celebrazione del memoriale della morte di Cristo: "Queste cose sono un’ombra di quelle future, ma la realtà appartiene al Cristo" (Colossesi 2:17). "La Legge infatti possiede un’ombra delle benedizioni future, ma non la realtà stessa delle cose" (Ebrei 10: 1) (The Reality of the Law).

- Solo i circoncisi potevano celebrare la Pasqua: "Se uno straniero risiede con te e vuole celebrare la Pasqua in onore di Geova, ogni maschio che gli appartiene dovrà essere circonciso. Solo allora potrà avvicinarsi per celebrarla, e diventerà come un israelita. Ma nessun incirconciso deve mangiarne" (Esodo 12:48).

- I cristiani non sono più soggetti all'obbligo della circoncisione fisica. La sua è la circoncisione spirituale: "Dovete quindi purificare il vostro cuore e smettere di essere così ostinati" (purificare: “circoncidere il prepuzio”) (Deuteronomio 10:16; Atti 15: 19,20,28,29 "decreto apostolica"; Romani 10: 4 "Cristo è la fine della legge ").

- La circoncisione spirituale del cuore significa obbedienza a Dio e di suo figlio Gesù Cristo: "La circoncisione in realtà è utile solo se osservi la legge; ma se trasgredisci la legge, la tua circoncisione diventa incirconcisione.  Se perciò un incirconciso rispetta i giusti precetti della Legge, la sua incirconcisione non sarà forse considerata circoncisione?  Chi è incirconciso fisicamente ma adempie la Legge giudicherà te che, pur avendo il codice scritto e la circoncisione, trasgredisci la legge. Infatti non è giudeo chi lo è esteriormente, né è circoncisione quella esteriore, nella carne. Ma è giudeo chi lo è interiormente, e la sua circoncisione è quella del cuore mediante lo spirito, e non mediante un codice scritto. La sua lode viene da Dio, non dagli uomini" (Romani 2:25-29) (Insegnamento biblico).

- L'incirconcisione spirituale rappresenta la disobbedienza a Dio e a suo figlio Gesù Cristo: "Uomini ostinati e incirconcisi nel cuore e negli orecchi, voi opponete sempre resistenza allo spirito santo. Come fecero i vostri antenati, così fate voi.  Qual è il profeta che i vostri antenati non perseguitarono? Uccisero quelli che preannunciarono la venuta del Giusto, di cui voi ora siete diventati i traditori e gli assassini, voi che avete ricevuto la Legge come fu trasmessa dagli angeli, ma non l’avete osservata" (Atti 7: 51-53) (Insegnamento biblico (Proibito nella Bibbia)).

- La circoncisione spirituale del cuore è richiesta per la partecipazione alla commemorazione della morte di Cristo (qualunque sia la speranza cristiana (celeste o terrena)): "Un uomo prima si esamini e si accerti di essere degno e poi mangi il pane e beva il calice" (1 Corinzi 11:28).

- Il cristiano deve fare un esame di coscienza prima di partecipare alla commemorazione della morte di Cristo. Se si ritiene di disporre di una chiara coscienza davanti a Dio, ha la circoncisione spirituale, allora egli può partecipare alla commemorazione della morte di Cristo (qualunque sia la speranza cristiana (celeste o terrena)) (Heavenly Resurrection; Earthly Resurrection; The Great Crowd).

- La raccomandazione esplicita di Cristo, di mangiare simbolo della sua "carne" e bevi il simbolo del suo "sangue", è un invito a tutti i cristiani fedeli (qualunque sia la speranza cristiana (celeste o terrena)): "Io sono il pane della vita.  I vostri antenati nel deserto mangiarono la manna eppure morirono.  Questo è il pane che scende dal cielo, affinché chi lo mangia non muoia.  Io sono il pane vivo che è sceso dal cielo. Se uno mangia questo pane vivrà per sempre; e in effetti il pane che darò è la mia carne, che offrirò per la vita del mondo”. Allora i giudei si misero a discutere fra loro, dicendo: “Come può quest’uomo darci da mangiare la sua carne?” Perciò Gesù disse loro: “In verità, sì, in verità vi dico: se non mangiate la carne del Figlio dell’uomo e non bevete il suo sangue, non avete vita in voi. Chi si nutre della mia carne e beve il mio sangue ha vita eterna, e io lo risusciterò nell’ultimo giorno, perché la mia carne è vero cibo e il mio sangue è vera bevanda.  Chi si nutre della mia carne e beve il mio sangue rimane unito a me, e io a lui.  Proprio come io sono stato mandato dal Padre, il vivente, e vivo grazie al Padre, così anche chi si nutre di me vivrà grazie a me. È questo il pane che è sceso dal cielo. Non è come quello che mangiarono i vostri antenati, i quali morirono comunque. Chi si nutre di questo pane vivrà in eterno" (Giovanni 6:48-58).

- Pertanto, tutti i fedeli cristiani, qualunque sia la loro speranza, celeste o terrena, sono tenuti a prendere il pane e il vino della commemorazione della morte di Cristo, questo è un comandamento: "Perciò Gesù disse loro: “In verità, sì, in verità vi dico: se non mangiate la carne del Figlio dell’uomo e non bevete il suo sangue, non avete vita in voi. (...) Proprio come io sono stato mandato dal Padre, il vivente, e vivo grazie al Padre, così anche chi si nutre di me vivrà grazie a me" (Giovanni 6:53,57) (CHRIST THE ONLY PATHCHRIST THE MEMORIAL; KING JESUS CHRIST).

- La commemorazione della morte di Cristo deve essere celebrata solo tra fedeli seguaci di Cristo: "Quindi, fratelli miei, quando vi riunite per questa cena, aspettatevi gli uni gli altri" (1 Corinzi 11:33) (In Congregation).

- Se desideri partecipare alla commemorazione della morte di Cristo e non sei cristiano, devi essere battezzato, desiderando sinceramente di obbedire ai comandamenti di Cristo: "Perciò andate e fate discepoli di persone di tutte le nazioni, battezzandole nel nome del Padre e del Figlio e dello spirito santo, insegnando loro a osservare tutte le cose che vi ho comandato. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni fino alla conclusione del sistema di cose" (Matteo 28:19,20) (BAPTISM SAVES).

Come celebrare il ricordo della morte di Gesù Cristo?

"Continuate a far questo in mio ricordo"

(Luca 22:19)

SOLA SCRIPTURA

La commemorazione della morte di Gesù Cristo deve essere celebrata allo stesso modo della Pasqua, tra fedeli cristiani, in congregazione o in famiglia (Esodo 12:48, Ebrei 10: 1, Colossesi 2:17, 1 Corinzi 11:33). ). Dopo la celebrazione della Pasqua ebraica, Gesù Cristo stabilì lo schema per la futura celebrazione del ricordo della sua morte (Luca 22: 12-18). Sono in questi passi biblici, vangeli:

- Matteo 26: 17-35.

- Marco 14: 12-31.

- Luca 22: 7-38.

- Giovanni capitolo 13 a 17.

Dopo la celebrazione della Pasqua ebraica, Gesù Cristo sostituì questa celebrazione con un'altra: la commemorazione della morte di Cristo (Giovanni 1: 29-36, Colossesi 2: 17, Ebrei 10: 1).

Durante questa transizione, Gesù Cristo lavò i piedi dei dodici apostoli. Era un insegnamento con l'esempio: essere umili l'uno con l'altro (Giovanni 13: 4-20). Tuttavia, questo evento non dovrebbe essere considerato un rituale da praticare prima della commemorazione (confronta Giovanni 13:10 e Matteo 15: 1-11). Tuttavia, la storia ci informa che dopo questo, Gesù Cristo "indossò le sue vesti esterne". Dobbiamo quindi essere adeguatamente vestiti (Giovanni 13: 10a, 12 confrontare con Matteo 22: 11-13). A proposito, sul luogo dell'esecuzione di Gesù Cristo, i soldati hanno portato via gli abiti che indossava quella sera. Il racconto di Giovanni 19: 23,24 ci dice che Gesù Cristo indossava "la tunica senza cuciture, tessuto dalla cima in tutta la sua lunghezza". I soldati non osarono nemmeno strapparlo. Questo ci fa capire che Gesù Cristo indossava abiti di qualità, coerenti con l'importanza dell'evento. Senza stabilire regole non scritte nella Bibbia, eserciteremo un buon giudizio su come vestirci (Ebrei 5:14).

Gesù Cristo ha licenziato il traditore Giuda Iscariota. Ciò dimostra che questa cerimonia deve essere celebrata solo tra fedeli cristiani (Matteo 26: 20-25, Marco 14: 17-21, Giovanni 13: 21-30, la storia di Luca non è sempre cronologica, ma in "ordine logico", Confronta Luca 22: 19-23 e Luca 1: 3 "di metterteli per iscritto in ordine logico", 1 Corinti 11: 28,33)).

La celebrazione della commemorazione è descritta con grande semplicità: "Mentre continuavano a mangiare, Gesù prese un pane e, dopo aver pronunciato una preghiera, lo spezzò e, dandolo ai suoi discepoli, disse: “Prendete, mangiate. Questo rappresenta il mio corpo”.  E, preso un calice, rese grazie a Dio e lo diede loro, dicendo: “Bevetene tutti, perché questo rappresenta il mio ‘sangue+ del patto’, che dev’essere versato a favore di molti per il perdono dei peccati.  Ma io vi dico che non berrò più di questo prodotto della vite fino al giorno in cui berrò vino nuovo con voi nel Regno del Padre mio”. Infine, dopo aver cantato lodi, uscirono verso il Monte degli Ulivi" (Matteo 26: 26-30). Gesù Cristo ha spiegato la ragione di questa celebrazione, il significato del suo sacrificio, cosa rappresenta il pane non lievitato, il simbolo del suo corpo senza peccato e la coppa, simbolo del suo sangue. Chiese ai suoi discepoli di celebrare il ricordo della sua morte ogni anno il 14 nisan (mese di calendario ebraico) (Luca 22:19).

Il Vangelo di Giovanni ci informa dell'insegnamento di Cristo dopo questa celebrazione, probabilmente da Giovanni 13:31 fino a Giovanni 16:30. Dopo di che, Gesù Cristo pronunciò una preghiera che può essere letta in Giovanni capitolo 17. Matteo 26:30, ci informa: "Infine, dopo aver cantato lodi, uscirono verso il Monte degli Ulivi". È probabile che il canto di queste lodi abbia avuto luogo dopo la preghiera di Gesù Cristo.

Come procedere?

Dobbiamo seguire il modello di Cristo. La celebrazione deve essere organizzata da una persona, un anziano, un pastore, un sacerdote della congregazione cristiana. Se la celebrazione si svolge in un contesto familiare, è il capo della famiglia cristiana che deve celebrarlo. Se non ci sono uomini, ma solo donne, la sorella cristiana che organizzerà la celebrazione dovrebbe essere scelta tra le donne anziane fedeli (Tito 2: 3). Dovrà coprirsi la testa (1 Corinzi 11: 2-6).

Colui che organizzerà la celebrazione, deciderà l'insegnamento della Bibbia in questa circostanza basata sulla storia dei Vangeli, forse leggendoli commentandoli. Sarà pronunciata un'ultima preghiera rivolta a Geova Dio. Dopo di che si possono cantare lodi a Geova Dio e in omaggio a suo Figlio Gesù Cristo.

Per quanto riguarda il pane, cereali non è specificata, tuttavia, deve essere fatta senza lievito (Come preparare il pane azzimo (video)). Per quanto riguarda il vino, in alcuni paesi è possibile che i fedeli cristiani non possano ottenerlo. In questo caso eccezionale, gli anziani decideranno come sostituirlo nel modo più appropriato basato sulla Bibbia (Giovanni 19:34). Gesù Cristo ha dimostrato che in certe situazioni eccezionali possono essere prese decisioni eccezionali e che la misericordia di Dio si applicherà in questa circostanza (Matteo 12: 1-8).

Non vi è alcuna indicazione biblica della durata precisa della celebrazione. Pertanto, è colui che organizzerà questo evento che mostrerà il buon giudizio, proprio come Cristo ha concluso questo incontro speciale. L'unico punto biblica importante circa la tempistica di questo evento è: si deve celebrare la memoria della morte di Gesù Cristo, "la sera": Dopo il tramonto del 13 a 14 "Nisan", e prima sorgere del sole. Fu in questo momento che Gesù Cristo fece questa celebrazione. Giovanni 13:30 ci informa che quando Giuda Iscariota se ne andò, poco prima della celebrazione, "era notte".

Geova Dio aveva stabilito questa legge riguardo alla celebrazione della Pasqua: "Il sacrificio della Festa della Pasqua non deve rimanere fino al mattino successivo" (Esodo 34:25). Perché? La morte dell'agnello pasquale doveva avvenire "fra le due sere". La morte di Cristo, l'Agnello di Dio, è stato decretato dal "giudizio", "fra le due sere", prima del mattino, "prima che il gallo canti": "Allora il sommo sacerdote si strappò le vesti dicendo: “Ha bestemmiato! Che bisogno abbiamo di altri testimoni? Ecco, avete appena sentito la sua bestemmia! Qual è il vostro parere?” Risposero: “Merita di morire”. (...) In quell’istante un gallo cantò. E Pietro si ricordò di quello che Gesù aveva detto, cioè: “Prima che il gallo canti, tu mi rinnegherai tre volte”" (Matteo 26: 65-75). Così fu seguita la morte dell'agnello pasquale per la morte del l'agnello di Dio, Gesù Cristo, "per legge", "fra le due sere" (Salmi 94:20 "trama per opprimere in nome della legge"; Giovanni 1: 29-36; Colossesi 2:17; Ebrei 10: 1). Dio benedica i fedeli cristiani di tutto il mondo attraverso Suo Figlio Gesù Cristo. Amen.

La Promessa di Dio

Insegnamento biblico

COSA FARE?

SCOPO

La promessa di Dio

Inglese: http://www.yomelyah.com/439659476

Francese: http://www.yomelijah.com/433820451

Spagnolo: http://www.yomeliah.com/441564813

Portoghese: http://www.yomelias.com/435612656

 

Menu principale:

Inglese: http://www.yomelyah.com/435871998

Francese: http://www.yomelijah.com/433820120

Spagnolo: http://www.yomeliah.com/435160491

Portoghese: http://www.yomelias.com/435612345

TWITTER